In prima linea contro il male DAL TERRITORIO / Primo Piano

Finanziamenti a privati, Pmi e aziende ma anche sostegno a strutture sanitarie in prima linea nell’emergenza Covid-19 e donazioni – tramite Fondazione e Mutua – ai soggetti più fragili nei confronti del male del momento. Ecco le iniziative dove ChiantiBanca è scesa in campo per servire territorio e comunità di riferimento. 

DECRETO “CURA ITALIA” 

SOSPENSIONE MUTUI. Andando oltre il decreto Cura Italia, ChiantiBanca offre la possibilità di sospensione mutui fino al 30 settembre, totalmente o per la sola quota capitale con iter di istruttoria semplificato: è quello che viene riservato ai privati che non possono o non vogliono ricorrere all’art. 54 (ex legge Gasparrini) e dimostrino che la richiesta di sospensione è legata all’emergenza coronavirus. 

Per beneficiare della sospensione (scarica il modulo), il cliente non dovrà essere classificato tra le posizioni deteriorate della banca al 17 marzo 2020 e, alla stessa, data il finanziamento non presenti rate scadute. 

La platea dei potenziali destinatari viene allargata anche a lavoratori autonomi e professionisti per operazioni non inerenti la propria attività e a enti e associazioni che non svolgono attività di impresa (condomini, parrocchie e associazioni senza attività di lucro). 

Il modello di sospensione mutui deve inviato direttamente alla propria filiale di riferimento, via mail (clicca qui

MICRO IMPRESE E PMI. Nel dar corso alle disposizioni previste dall’art. 56 del Decreto Legge n. 18/2020, ChiantiBanca si è fatta parte attiva – pur in assenza di una prescrizione normativa – contattando, tramite pec, tutti i clienti che possono potenzialmente avvalersi delle misure governative citate, inviando la modulistica necessaria per usufruire dei benefici previsti (in caso di mancato ricevimento o se interessati, scarica il modulo). 

Le richieste, per beneficiare di quanto previsto dall’art. 56 del Decreto Legge 18/2020, dovranno pervenire alla banca tramite la casella pec finanziamenti@pecchiantibanca.it 

INIZIATIVE CONTRO IL VIRUS 

CARITAS DIOCESANE. Sul conto corrente con IBAN IT94 X086 7338 0500 2000 0207 963 vengono raccolte donazioni destinate alle Caritas diocesane dei territori di competenza della banca. Il primo segnale arriva dalla Fondazione ChiantiBanca, che ha stanziato 5.000 euro. 

SOSTEGNO A STRUTTURE SANITARIE. Stanziato un contributo di 30.000 euro a favore della Fondazione Santa Maria Nuova Toscana Centro e del Policlinico Santa Maria alle Scotte di Siena, entrambi in prima linea nella lotta contro l’emergenza coronavirus. La donazione, a cui si aggiungono i 10.000 euro stanziati da ChiantiMutua, sarà destinata all’acquisto di strumentazione e materiali sanitari da distribuire in vari ospedali dei territori su cui ChiantiBanca è presente. 

BCC E CR IN CAMPO CONTRO IL VIRUS. Al pari di tutte le aziende del credito cooperativo, la nostra banca sposa l’iniziativa “#Terapie intensive contro il virus. Le BCC e le CR ci sono”, lanciata dalle Capogruppo del settore con il supporto di Federcasse per sostenere le Unità di terapia intensiva e sub-intensiva degli ospedali e l’acquisto di apparecchiature mediche in coordinamento con il Ministero della Salute. Questo l’Iban del conto corrente dedicato: IT84W0800003200000800032006.