ChiantiBanca sposa la nascita della Fondazione giornalisti della Toscana Primo Piano

ChiantiBanca a fianco dei giornalisti toscani, o meglio della neonata Fondazione dell’Ordine dei Giornalisti della Toscana, grande novità del giornalismo regionale e nazionale.

ChiantiBanca sosterrà parte dei progetti della Fondazione Giornalisti, fra cui convegni per riaffermare il valore della professione, la pubblicazione di nuovi volumi, la salvaguardia del patrimonio iconografico dei fotoreporter toscani.

“E’ un piacere avviare una collaborazione con associazioni che hanno a cuore la tutela e la valorizzazione dei nostri straordinari territori – le parole del direttore generale di ChiantiBanca, Mauro Focardi Olmi -,  che pensano e operano con criteri che ricordano quasi fedelmente la mission di una banca di credito cooperativo come la nostra. Stare a fianco della categoria dei giornalisti ci rende orgogliosi e sarà da ulteriore stimolo per proseguire con ancor più convinzione l’opera che quotidianamente prestiamo al servizio dei territori”.

La Fondazione Giornalisti della Toscana ha già avviato numerosi protocolli d’intesa con importanti istituzioni toscane: l’Accademia della Crusca, l’università di Firenze, l’università per stranieri di Siena, il dipartimento di Scienze Sociali, politiche e cognitive dell’università di Siena, la Camera di Commercio di Firenze, il dipartimento di Civiltà e forme del sapere dell’università di Pisa, la Scuola Fiorentina per l’educazione al dialogo interreligioso e interculturale, la Fondazione Sistema Toscana, la Fondazione Spadolini Nuova Antologia, la Fondazione Area. A queste si aggiungeranno, a strettissimo giro, la Fondazione Zeffirelli, la Fondazione Artemio Franchi e la Fondazione Caponnetto.