DAL TERRITORIO


In Auditorium ChiantiBanca a lezione dagli esperti del settore vitivinicolo DAL TERRITORIO

L’auditorium di ChiantiBanca sarà teatro del primo incontro del progetto “Vino e Crediti” – ideato da Eurocredit Business Information e dallo Studio Giuri Avvocati – rivolto ai produttori vitivinicoli sulla corretta gestione dei crediti. L’incontro si svolgerà il 29 novembre, dalle 9.30 alle 13 (in allegato il programma dell’evento).

Rivolto ai produttori del territorio interessati a conoscere le opportunità di crescita legate alla corretta gestione dei crediti e del portafoglio clienti, l’appuntamento di “Vino a Crediti” si compone di un ricco programma di presentazioni e interventi da parte di professionisti del settore che guideranno i partecipanti in un viaggio verso una piena presa di coscienza dei propri mezzi aziendali: dalle indicazioni su come gestire i crediti fino al confronto diretto con i produttori e alla presentazione di IRIDE – l’unica piattaforma dedicata al settore vitivinicolo -, passando per una panoramica sulle norme di riferimento.

Un’occasione imperdibile per interfacciarsi con esperti del credito nel settore vitivinicolo e arricchire il proprio bagaglio di conoscenze.

programma dell’evento


ChiantiBanca sostiene l’agricoltura del Monte Pisano DAL TERRITORIO

Non poteva non esserci Chiantibanca in un’iniziativa del genere. Non poteva perché la valorizzazione del territorio è uno degli obiettivi che caratterizza l’attività della banca e perché il settore che tocca il mondo dell’agricoltura riveste da sempre un’importanza primaria e strategia nelle nostre politiche aziendali, con competenze specifiche che ben difficilmente vengono riscontrate in altre realtà.

ChiantiBanca sostiene – tramite fidejussioni e anticipi su finanziamenti a condizioni agevolatissime – il Progetto integrato territoriale «Montepisano in Toscana», per cui la Regione ha stanziato tre milioni per 171 interventi di riqualificazione e rilancio del territorio del Monte Pisano (San Giuliano Terme, Buti, Vicopisano, Calci, Capannori, Lucca e Vecchiano).

Il Pit, presentato dal capofila Oleificio sociale dei Monti Pisani, rappresenta un importante segnale di sviluppo del mondo dell’olivicoltura locale ed è destinato a realizzare opere finalizzate a contrastare il dissesto idrogeologico dell’area montana.

Sono previsti interventi diretti da parte di enti pubblici e privati (imprenditori agricoli e gestori di terreni agricoli, in particolar modo) attraverso la realizzazione di investimenti materiali e immateriali. Fra i primi rientrano le sistemazioni idraulico-agrarie esistenti (muretti a secco e opere per la regimazione idraulica), il ripristino di elementi caratteristici del paesaggio (sentieri, muri di sostegno, sorgenti, fontane), le installazioni di recinzioni e di stazioni per il monitoraggio meteo; fra gli immateriali gli studi di fattibilità per il miglioramento delle tecniche di gestione dei sistemi terrazzati, la tutela della biodiversità, la gestione reti di monitoraggio meteo, la definizione dei sistemi di allerta e le attività di animazioni sul territorio.


ChiantiBanca e Mens Sana vanno insieme a canestro DAL TERRITORIO

ChiantiBanca e Mens Sana Siena ancora a braccetto, un binomio che prosegue con reciproca soddisfazione, “due progetti che hanno analogie di percorso”, come sottolinea il direttore generale ChiantiBanca, Mauro Focardi Olmi, o anche “un progetto che chiamerei Rinascimento”, la descrizione dell’amministrazione delegato Mens Sana, Francesco Bertoletti.

La sostanza non cambia: due realtà che fanno della passione, dei legami sul territorio e della trazione i loro punti di forza.

Dice Mauro Focardi Olmi: “C’è grande soddisfazione nel confermare il nostro sostegno a una società che poniamo nell’eccellenza del sistema toscano con un brand noto a tutti gli sportivi italiani e che solitamente è visto come un’estensione del nome Siena. Grazie al lavoro e alle idee delle persone, la Mens Sana sta lasciandosi alle spalle un momento di difficoltà, un po’ come sta succedendo alla banca che dirigo. Per quanto ci riguarda, i numeri ci stanno dando ragione e sono convinto che presto sarà così anche per la Mens Sana, rispettando il programma triennale per tornare laddove merita di stare”.

“Una banca non è solo erogatrice di credito – le parole di Francesco Bertoletti – ma anche di fiducia. Rendere trasparente l’appoggio che riceviamo da ChiantiBanca è un fatto che va pubblicizzato, perché significa che abbiamo ottenuto fiducia da un soggetto forte e punto di riferimento del territorio che monitorizza la nostra crescita e i nostri progressi. Incontrare la fiducia e la credibilità è l’aspetto di maggiore vantaggio per un imprenditore, e di questo dobbiamo rendere merito a ChiantiBanca di esserci vicino e di appoggiare il lavoro che quotidianamente mettiamo in campo”.

 

Nella foto: Francesco Bertoletti (ad Mens Sana Siena) e Mauro Focardi Olmi (direttore generale ChiantiBanca)


ChiantiBanca ancora in gol col Prato Calcio DAL TERRITORIO

ChiantiBanca rinnova la sponsorizzazione con il Prato Calcio anche per la stagione 2017/18.

Il logo della banca comparirà sul sito ufficiale della società biancazzurra e sul backdrop in occasione delle interviste. Inoltre, l’accordo prevede lo studio di fattibilità di alcuni articoli di merchandising Ac Prato da personalizzare con il marchio ChiantiBanca.

“Rinnovare l’accordo con il Prato Calcio è l’ennesima testimonianza di come ChiantiBanca continui a essere attenta a tutte le eccellenze espresse da ogni territorio dove la banca opera – le parole dei vertici dell’istituto di credito -. Siamo certi che la collaborazione continuerà a essere di massima e reciproca soddisfazione, con l’augurio che la società biancazzurra possa raccogliere i migliori risultati in un campionato altamente competitivo come quello di serie C”.


Assemblea dei Soci il 10 dicembre 2017 al Mandela Forum Firenze DAL TERRITORIO

Il Consiglio di Amministrazione di ChiantiBanca, presieduto dal professor Cristiano Iacopozzi, nella seduta del 30 ottobre 2017, ha deliberato di convocare l’Assemblea ordinaria dei Soci per il giorno 9 dicembre 2017 in prima convocazione e per il giorno 10 dicembre 2017 in seconda convocazione.

Nel corso dell’Assemblea, che si svolgerà al Mandela Forum di Firenze con inizio alle 9.30, sarà trattata l’Informativa sulla riforma del credito cooperativo. Progetti di costituzione dei gruppi bancari cooperativi. Discussione e deliberazione di adesione al gruppo bancario cooperativo Iccrea. Sostituzione della deliberazione adottata il 14 maggio 2017 (punto 3 del relativo ordine del giorno).


ChiantiBanca verso il gruppo bancario cooperativo Iccrea DAL TERRITORIO

San Casciano in Val di Pesa, 16 ottobre – Il Consiglio di Amministrazione di ChiantiBanca, presieduto dal professor Cristiano Iacopozzi, ha esaminato lo stato del percorso di adesione al gruppo bancario cooperativo, che tutte le BCC sono chiamate a completare entro la fine del prossimo anno, come stabilito dalla legge di riforma (decreto legge 18/2016, convertito con la legge 49/2016) e dalle disposizioni del Testo Unico Bancario.

Il Consiglio ha deliberato di valutare l’adesione al costituendo gruppo bancario cooperativo promosso da Iccrea Banca s.p.a., nei termini da questa resi noti a tutte le BCC (secondo quanto previsto dall’art. 37-ter del TUB). Il consiglio reputa, infatti, tale gruppo come quello più vicino alla tradizione di ChiantiBanca e delle BCC che questa ha nel tempo incorporato, oltre che come quello più rispondente al modello di impresa bancaria cui ChiantiBanca, anche nei rapporti con il mondo cooperativo e con le altre BCC del territorio toscano, si è sempre ispirata.

Il Cda ha espresso la convinzione che, anche relativamente alla strategia industriale, questa scelta vada nella direzione di un pieno e più forte ruolo di ChiantiBanca nel sistema di credito cooperativo toscano, al fine di una valorizzazione del suo ruolo a beneficio dei propri soci, clienti e dipendenti, rafforzando la sua posizione di banca di riferimento del territorio. Da sempre, infatti, ChiantiBanca riveste un ruolo di supporto alle imprese, ai professionisti e alle famiglie del territorio per la crescita dell’economia e della società.

In tempi rapidi, il Consiglio di Amministrazione convocherà l’assemblea dei soci perché possa validamente esprimersi sull’adesione al gruppo che, all’esito delle necessarie valutazioni, risulterà quello più coerente con le prospettive strategiche di ChiantiBanca.

Il Consiglio di Amministrazione di ChiantiBanca auspica – nell’interesse della solidità e competitività dell’intero movimento cooperativo – che le BCC italiane non siano chiamate solo a scegliere tra due o più gruppi bancari cooperativi, ma possano successivamente contribuire alla creazione di un unico gruppo destinato ad accoglierle tutte, per meglio affrontare le sfide di un mercato sempre più competitivo, nel quale il valore e i valori delle banche di credito cooperativo siano elemento di fiducia e ricchezza, soprattutto nei riguardi dei soci, dei clienti e dei dipendenti.


ChiantiBanca si alza sui pedali con la Granfondo del Gallo Nero: oltre duemila iscritti DAL TERRITORIO

Duemila iscritti – ben oltre il doppio rispetto allo scorso anno -, diciannove paesi rappresentati (dall’Australia e Nuova Zelanda per finire al Brasile e Cuba), oltre mille presenze da oltre regione, un consenso unanime che ha ricalcato quello del 2016, quando fu il Giro d’Italia a bagnare d’entusiasmo le strade del Chianti: la quinta edizione della Granfondo del Gallo Nero ha sbriciolato qualsiasi record e ChiantiBanca – main sponsor e ormai partner storico del Consorzio Vino Chianti Classico, organizzatore della corsa – non poteva che essere al suo fianco, con il solito entusiasmo.

Partenza e arrivo a Radda in Chianti, con due percorsi di diversa difficoltà: il Mediofondo di ottantasei chilometri, sviluppato prevalentemente nella provincia di Firenze, e quello più “tosto” (133 chilometri) che ha attraversato i territori di Firenze e di Siena.

Fra i vari vincitori, anche il versiliese Marco Da Castagnori che ha confermato la vittoria dello scorso anno sul mediofondo, meritandosi il premio ChiantiBanca, ovvero una bellissima penna da collezione “Stelvio” a firma Giuliano Mazzuoli.

 

Nella foto: la premiazione della “mediofondo” vinta da Marco Da Castagnori, che si aggiudica il premio ChiantiBanca


ChiantiBanca si rinnova a Prato: nuova filiale in via Ferrucci DAL TERRITORIO

Nell’ottica di una trasformazione delle filiali in luoghi sempre più accoglienti per favorire la relazione e la consulenza con la clientela, ChiantiBanca alza il sipario – da lunedì 25 settembre – sulla nuova sede di via Ferrucci 191 a Prato, dove confluiranno i clienti delle filiali di via Ferraris (diventerà presto un’efficientissima area self, in cui usufruire di tutte le operazioni di cassa – prelievi, versamenti, bonifici, pagamenti, ricariche – a costo zero grazie alla tecnologia di ultima generazione) e di viale della Repubblica.

Quattrocentocinquanta metri quadrati ripartiti su due piani, tre casse tradizionali e tre aree self (due interne e una esterna), quattro uffici tecnicamente definiti «dual» – saletta d’incontro col cliente e scrivanie nel retro -, punti di incontro «sartoriali» ovvero pensati e creati su misura a seconda delle esigenze della clientela, dodici dipendenti, il tutto incastonato in un progetto ad ampio respiro che conferma come Prato rappresenti un polo primario nei piani strategici di ChiantiBanca, prima banca di credito cooperativo in Toscana e una delle più importanti a livello italiano.

Quella di via Ferrucci sarà la quarta sede in città (le altre in via Valentini, in via Mozza sul Gorone e in via Traversa Pistoiese), a cui si aggiungono quelle della provincia: Carmignano, Poggio a Caiano, Seano e Montemurlo. Complessivamente, ChiantiBanca conta 46 filiali e 17 aree self.

“La nuova filiale di via Ferrucci conferma l’attenzione che ChiantiBanca coltiva verso la città – le parole del direttore generale Mauro Focardi Olmi, profondo conoscitore della realtà avendo guidato la banca Area Pratese dal novembre 2013 al luglio 2016, riportata a livelli di eccellenza dopo una fase buia – e siamo certi che l’efficienza dei nuovi servizi e l’accoglienza dei locali renderanno ancor più forte il legame con la clientela, attuale e futura: da banca profondamente radicata sul territorio, come tale deve essere un credito cooperativo come il nostro, vogliamo continuare a rappresentare un punto di riferimento per la cittadinanza, che quotidianamente ci rinnova la sua fiducia”.


ChiantiBanca ancora a canestro col Pistoia Basket: sponsorizzazione rinnovata DAL TERRITORIO

Squadra che vince non si cambia. Tante le soddisfazioni che ChiantiBanca e Pistoia Basket si sono prese insieme, il binomio è solido e ha prodotto risultati di cui andar fieri e quindi il matrimonio non poteva che andare avanti: sponsorizzazione rinnovata anche per la stagione 2017-18, con tanto di benedizione dell’amministratore delegato biancorosso Massimo Capecchi (“Ringraziamo ChiantiBanca per la fiducia rinnovata: il nostro rapporto va oltre l’aspetto professionale, c’è un legame stretto che dura ormai da un decennio e annunciamo con vanto la prosecuzione di un cammino comune che potrà portare a nuovi ambiziosi traguardi”) e del responsabile commerciale ChiantiBanca, Paolo Piazzini: “Vogliamo valorizzare al meglio la nostra sinergia provando a fare qualcosa di più, in un momento in cui è indispensabile per chiunque ricercare nuovi servizi e nuove forme di fidelizzazione con i propri clienti”.
E proprio in quest’ottica ChiantiBanca ha fatto da tramite per l’accordo fra Pistoia Basket e Codifis riguardante la possibilità di rateizzare l’acquisto dell’abbonamento: i tifosi biancorossi potranno usufruire di un innovativo sistema di pagamento (PagoDIL) che permette, tramite una carta bancomat, la possibilità di dilazionare il costo in rate mensili, senza alcun costo o interesse aggiuntivo e senza intaccare il plafond mensile. “E’ una novità che testimonia quanto il Pistoia Basket sia vicino alla propria tifoseria”, le parole del presidente Roberto Maltinti.


Nella foto: Cristiano Iacopozzi, presidente Chiantibanca, e Roberto Mugnaini, vicepresidente vicario ChiantiBanca, con la conduttrice di Canale 3 Toscana, Carolina Sardelli DAL TERRITORIO

Anche quest’anno, come accaduto nel passato, ChiantiBanca è stata protagonista in tv, a Siena, nel palinsesto speciale dedicato da Canale 3 Toscana ai giorni del Palio.

Il 30 giugno, infatti, il direttore generale Mauro Focardi Olmi è stato ospite di Virginia Masoni durante la trasmissione serale di approfondimento intitolata “Dietro la Festa”, mentre il presidente Cristiano Iacopozzi e il vice previdente vicario Roberto Mugnaini hanno dialogato con Carolina Sardelli durante il suo “Caffè News”, la mattina del Palio dell’Assunto, il 16 agosto.

Entrambe le occasioni sono state un momento di confronto con la città, per ripercorrere i positivi risultati del bilancio semestrale 2017 – chiuso con un utile di oltre 2 milioni – e per raccontare l’impegno quotidiano che ChiantiBanca porta avanti nei confronti del territorio senese: dalle varie sponsorizzazioni – sportive e non – all’investimento profuso nell’editoria di Contrada fino alla presenza costante a fianco di famiglie e imprese.

 

Nella foto: Cristiano Iacopozzi (al centro), presidente ChiantiBanca, e Roberto Mugnaini, vicepresidente vicario ChiantiBanca, con la conduttrice di Canale 3 Toscana, Carolina Sardelli



Page 5 of 18« First...34567...10...Last »