DAL TERRITORIO


Calenzano Cavalli: dal 4 al 6 settembre la XXI edizione DAL TERRITORIO

Calenzano Cavalli: dal 4 al 6 settembre la XXI edizione, che vede come negli anni scorsi ChiantiBanca fra gli sponsor principali.

E’ un legame antico quello che unisce il cavallo con Calenzano e anche per questo la XXI edizione di Calenzano Cavalli, a Carraia (area campo sportivo) dal 4 al 6 settembre, cambia e torna ad ispirarsi alle fiere del passato, riscoprendo usi e costumi ormai dimenticati.

Si inizia venerdì 4 settembre con l’anteprima, un piccolo assaggio degli spettacoli equestri nell’attesa dell’apertura ufficiale di sabato 6 settembre, alle ore 10 in piazza dell’Unità d’Italia a Carraia, dove la manifestazione si aprirà con la benedizione degli animali e il saluto delle autorità. In piazza sarà allestito anche il mercato di filiera corta e dell’arte e ingegno con la collaborazione dell’ATC.

Il programma poi prosegue alternando esibizioni equestri e la riscoperta di antiche tradizioni, come le dimostrazioni di mascalcia di Leonardo Cantini, la preparazione del formaggio, della ricotta e dell’acqua cotta a cura dei Butteri di Valentano. Sarà presente anche un pollaio con razze locali e ornamentali dell’allevamento “Pollaio della Vigna”.

Fra le molte novità di quest’anno troviamo anche la prova di Mountain Trail del sabato pomeriggio, disciplina che premia il binomio cavallo/cavaliere nell’affrontare con calma e sicurezza di difficoltà tipiche di un percorso in campagna o nei boschi.

Da non perdere il Gran Galà del sabato sera alle 21.15, con esibizioni e caroselli dei centri ippici della regione, sabndieratori, i border collie di Enrico Franco e gli immancabili Butteri di Valentano. Lo spettacolo verrà poi riproposto la domenica pomeriggio.

Ci saranno inoltre stand espositivi del settore e di altre tipologie ed è confermato uno degli spazi più importanti della festa, quello dedicato ai bambini “Prova anche tu”, dove i più piccoli potranno montare a cavallo, a cura dell’asd centro ippico “La Marinella”.

Per l’intera durata della fiera saranno in funzione il bar e il ristorante del “Fresco d’Estate”.


Pallamano Tavarnelle: dal 24 agosto al via la stagione DAL TERRITORIO

Parte ufficialmente lunedì 24 agosto la nuova stagione 2015-16 della Pallamano Tavarnelle.

Questo sarà un anno importante per i festeggiamenti del trentennale della fondazione della società (nata il 9 novembre 1985).

I primi a radunarsi saranno gli atleti della prima squadra e dell’Under 18, che si ritroveranno alle 20 per iniziare la preparazione fisica in vista del difficile campionato di serie A2.

E’ un girone ben più impegnativo della scorsa stagione con Parma, Follonica, Massa Marittima (neo-promossa toscana), Rubiera, Modena, Bologna (neo-promossa emiliana), Sassari e naturalmente ChiantiBanca Tavarnelle: otto squadre con play-off promozione e play-out retrocessione.

Oltre alle difficili trasferte in terra emiliana, quest’anno la novità è sicuramente la “visita” in terra sarda in casa del Sassari.

La rosa dei giocatori sarà quella dell’anno scorso con gli innesti dei giovani del vivaio che, sotto la guida del riconfermato Matteo Pelacchi e del vice Francesco Tomei, coadiuvati da Riccardo Mori preparatore dei portieri, dovranno lavorare sodo per conquistare un posto in squadra.

Obiettivo della stagione raggiungere una delle prime quattro posizioni per affrontare con tranquillità i play-off ed essere sicuri della permanenza in A2.

Primi impegni ufficiali saranno il Torneo di Ferrara (5-6 settembre), il Torneo a Poggibonsi (12-13 settembre) per arrivare al “Memorial Fabio Matteuzzi” organizzato in casa a Tavarnelle il 20 settembre.

Per il settore giovanile, tutto pronto per la partenza: ben cinque formazioni al via.

Come già detto, l’Under 18 inizierà con la prima squadra sotto la guida di David Pierattoni e dello stesso Pelacchi; affronterà un lungo e impegnativo campionato ma la squadra sembra attrezzata per ben figurare.

Un mese fa al torneo di Koper ha dimostrato di essere un gruppo ben affiatato e competitivo anche a livello internazionale.

L’Under 16 inizia lunedi 31 agosto con l’inedita coppia di allenatori formata dai fratelli Francesco e Lorenzo Provvedi.

L’Under 14, si appresta a partire l’1 settembre con il confermato tecnico Matteo Frullano.

Il MiniHandball (Under 10) e l’Under 12 partiranno invece il 3 settembre sperando di essere numerosi e divertenti come gli anni precedenti con i tecnici Frosali e Silei.

Insomma, tutto è pronto per una nuova stagione agonistica ricca di soddisfazioni per tutti.


Festa dei Rioni di Tavarnelle: “Una vittoria del paese” DAL TERRITORIO

Si sono rivelati i migliori nella gara del tranvai. I concorrenti del Rione Centro hanno vinto la settima edizione di “C’era una volta la Festa dei Rioni”, sbaragliando per la seconda volta la concorrenza nella maggior parte delle prove di abilità che nei giorni scorsi si sono disputate nel centro storico di Tavarnelle.

Anche il Fondaccio, secondo in classifica, ha dato prova di sé vincendo il lancio dell’uovo e il bombardiere, “alcuni dei giochi più entusiasmanti” secondo il sindaco David Baroncelli che ha assistito alle competizioni.

Dopo aver condiviso con migliaia di cittadini cene e spettacoli realizzati esclusivamente dai cuochi e dai componenti dei rioni, le squadre di Borghetto, Fondaccio, Centro e Bosco alla Doccia si sono sfidate sul terreno delle prodezze sportive.

Giochi di una volta misti a quelli contemporanei, nati dalla creatività del Comitato organizzatore (in foto), si sono alternati nelle arene di piazza Matteotti e piazza della Repubblica.

Gli eroi dei rioni si sono impegnati nella gara dei tranvai, nel lancio dell’uovo, nel bombardiere, nel triathlon e nella gara delle botti.

Nella classifica Bosco alla Doccia e Borghetto sono risultati a pari merito con 26 punti, dopo Fondaccio (28) e Centro (30). Soddisfatta per il successo della manifestazione il consigliere comunale Tatiana Pistolesi.

“La vittoria del rione Centro – commenta – che per la seconda volta si aggiudica il palio è la vittoria di tutta Tavarnelle; un risultato che siamo felici di condividere con i nostri sostenitori, i cittadini e gli amici degli altri rioni perché ciò che da sempre caratterizza questa festa, determinandone il successo, è la partecipazione e il coinvolgimento, il senso comunitario che fa sentire uniti anche in momenti non facili”.

Il rione è stato premiato con la consegna del Palio, un’opera d’arte contemporanea realizzata appositamente dal pittore Maurizio Sani.

“Uno dei valori – ha dichiarato il sindaco Baroncelli – che anno dopo anno si è rafforzato in ciascun gruppo è il senso del bene comune; la voglia di stare insieme, di fare qualcosa per il paese, di aiutarsi reciprocamente e stringere sinergie, consapevoli di appartenere allo stesso territorio con un unico obiettivo: lavorare insieme e coinvolgere tanti giovani nell’interesse della comunità”.

Le radici della festa affondano negli anni ’50 quando era conosciuta come “Festa dell’uva”. Fu poi il comitato organizzatore a recuperare la tradizione nel 2007 e a farla rivivere attraverso la passione e l’entusiasmo dei quattro rioni.

“C’era una volta la Festa dei Rioni” è stata organizzata dal Comitato dei Rioni in collaborazione con l’Unione comunale del Chianti fiorentino, la Pro Loco di Tavarnelle, le associazioni e i commercianti del territorio e il contributo di ChiantiBanca.

Tutti i palii sono esposti nel palazzo consiliare aperto alle visite nei giorni di apertura del palazzo comunale.


Fuori Expo: ChiantiBanca a Milano con le eccellenze DAL TERRITORIO

Quattro siti UNESCO, 70 musei, 30 prodotti agricoli a denominazione di origine, 800 aziende agricole biologiche, 14 riserve naturali, 7 località termali e 11 strutture termali , un tracciato della via Francigena di 120 Km in sicurezza e ben segnalato, uno stile di vita improntato alla sostenibilità che ha consentito di essere la prima area vasta carbon free: i numeri raccontano le Terre di Siena e ne dimostrano la naturale aspirazione ad essere il simbolo dell’equilibro tra uomo e creato.

Saranno proprio queste terre (le “terre del buon vivere per un futuro sostenibile”) le protagoniste di Fuori Expo, lo spazio per la presentazione delle eccellenze del territorio voluto dalla Regione Toscana durante il grande evento mondiale sull’alimentazione.

Dal 21 al 26 luglio, quindi, dalle 18 alle 23, tantissimi eventi andranno in scena nei Chiostri dell’Umanitaria, in via Daverio, 7 a Milano: una location nel cuore della città, a due passi da piazza del Duomo, scelta dalla Regione come vetrina dei propri territori. Una settimana di incontri, degustazioni ad arte, scuole di cucina, cene a tema che vedranno protagonisti storie di imprenditori di successo, eccellenze e luoghi del territorio e che vuole essere, soprattutto, un invito a visitare le Terre di Siena.

Una grande kermesse che raccoglie gli enti locali e le istituzioni del territorio, le associazioni di categorie e un folto parterre di aziende.

“Tutto il mondo dell’economia ha dato qualcosa a questo progetto, contribuendo con un supporto tangibile” ha detto il presidente della Camera di Commercio di Siena, Massimo Guasconi, presentando il programma che, ha aggiunto, “toccherà tutti i temi cari al nostro territorio, partendo ovviamente dall’agroalimentare, ma sconfinando anche nella cultura, nell’arte. Il nostro territorio si è presentato unito, convinto e ha lavorato tanto per essere presente nel modo più rappresentativo possibile a un evento così importante”.

In questo scenario, dunque, non poteva mancare il contributo fattivo di ChiantiBanca che ha scelto con convinzione di supportare questa iniziativa, rimarcando il ruolo che vuole svolgere nella valorizzazione della città e di tutte le terre di Siena.

Terre di Siena è nato come uno dei primi brand territoriali ed ha avuto una storia di successo; la città è stata una delle prime, in Italia, ad aver individuato, creduto e investito nella possibilità di valorizzare il territorio e le sue eccellenze, a prescindere dalle entità amministrative che vi sono a monte. ChiantiBanca ha scelto, quindi, con convinzione di essere presente in questa grande opportunità milanese.

Per il programma completo, clicca qui.


ChiantiCuore: 120 volontari contro l’arresto cardiaco DAL TERRITORIO

Dieci defibrillatori semiautomatici esterni (DAE), installati in alcuni dei luoghi pubblici più frequentati dalla cittadinanza e tantissimi soccorritori volontari (cento) già formati per l’utilizzo dell’attrezzatura.

Parliamo di scuole (primaria e media capoluogo, primaria Mercatale), impianti sportivi (piscina di San Casciano, stadio comunale del capoluogo), circoli e luoghi di aggregazione (CSC Cerbaia, Circolo Acli e Arci San Casciano), supermercati (Coop San Casciano) e la sede centrale di ChiantiBanca sempre a San Casciano.

Erano i primi, importantissimi, risultati ottenuti dal progetto ChiantiCuore, promosso da ChiantiMutua e sostenuto da Fondazione ChiantiBanca, in collaborazione con Azienda Sanitaria Firenze 118 e il patrocinio del Comune sancascianese.

Iniziativa che mira  a prevenire la morte da arresto cardiaco attraverso una rete di defibrillatori semiautomatici esterni disponibili gratuitamente e un’equipe di soccorritori volontari.

Adesso, a distanza di mesi a questo primo passo, ecco il secondo. Che aggiorna e amplia il progetto in maniera eccezionale.

Da un lato infatti è in corso il retraining, l’aggiornamento formativo per molti dei volontari (quasi 60) che avevano aderito all’iniziativa e che, in questi giorni, sono all’opera per “rinfrescare” quanto hanno appreso.

Dall’altro lato, contestualmente, ci sono altre nuove realtà associative e tanti altri volontari (una sessantina anche in questo caso) che si stanno formando assieme a coloro che sono più esperti.

Volontari si società e associazioni come Asd Gabbiano, Azzurra Volley, Asd Basket San Casciano, Pattinaggio, Fc Calcio Mercatale, Asd Montefiridolfi, Us La Botte, Ken Shin Kan (karate)… .

Alla fine del percorso, che si concluderà in questo mese di luglio, il risultato sarà quello di avere, sul territorio di San Casciano, un numero complessivo di volontari (circa120) formati all’uso dei defibrillatori automatici esterni (DAE) superiore rispetto a quelli che hanno iniziato questo percorso.


Un appartamento per sperimentare la vita autonoma DAL TERRITORIO

“Stiamo aprendo finestre sul futuro”, è stato questo il commento di Luigi Remaschi, presidente della Fondazione Nuovi Giorni Onlus, a conclusione dell’incontro con i giovani che da una settimana stanno sperimentando percorsi di autonomia abitativa a San Casciano, nell’appartamento in via della Libertà 17.

Una attività nata dalla collaborazione tra l’amministrazione comunale sancascianese e Nuovi Giorni, nell’ambito del progetto Futuro Insieme, resa possibile dalla sensibilità della famiglia Cantini che, già all’inizio dell’attività della Fondazione Nuovi Giorni, aveva espresso il desiderio di collaborare alle attività di housing rivolte ai disabili, rendendo disponibile, in forma di comodato d’uso, un immobile di sua proprietà.

L’appartamento (ristrutturato grazie al sostegno di Fondazione ChiantiBanca) è stato inaugurato ufficialmente martedì 7 luglio alla presenza dei ragazzi, di tutte le realtà che hanno collaborato (e collaboreranno) al suo sviluppo, dei sindaci di San Casciano Massimiliano Pescini e di Barberino Val d’Elsa Giacomo Trentanovi, dell’assessore ai servizi sociali dell’Unione dei Comuni del Chianti Fiorentino Giulia Casamonti.

“Quello di San Casciano – ha detto il presidente Remaschi – è il quarto appartamento disponibile per le attività promosse dalla Fondazione che, attualmente, si svolgono in quello di via Tegolaia (Grassina), Casina Rossa (Pontassieve), Europa (Figline-Incisa V.A.)”.

“Entro l’anno – ha annunciato – a queste unità se ne aggiungeranno altre due nel comune di Impruneta, mentre ho avuto un incontro con il sindaco di Greve in Chianti che mi ha confermato che entro la fine del 2015 avremo a disposizione due appartamenti anche lì. Infine, c’è una famiglia che ha messo il suo appartamento a disposizione, e anche lì stiamo sviluppando il progetto”.

“Le due unità di Impruneta – ha tenuto a dire Remaschi – sono il frutto della condivisione d’intenti tra i due sindaci,alternatisi alla guida di questo Comune tra il 2013 e il 2015 (Ida Beneforti e Alessio Calamandrei) e la famiglia del compianto Renzo Cioni, noto per l’impegno profuso sui temi della disabilità, anche in veste di presidente del Gruppo Volontari Tavarnuzze”.

“Dopo la fase sperimentale del 2014 – prosegue nel suo racconto Remaschi – che ha dato ottimi risultati (112 soggetti coinvolti) la Fondazione ha confermato il proprio sforzo su “Futuro Insieme” che mantiene la sua progressione triennale, attualizzata al periodo 2015-17. Per il 2015 è previsto il coinvolgimento di almeno 120 utenti e di un aumento di circa il 50% dei tempi di residenza negli appartamenti”.

Il progetto è concepito in tre fasi. La prima è “Crescere insieme”: un primo approccio all’interazione per periodi brevi; poi, “Abitare insieme”, in cui aumentano i periodi di coabitazione tra persone con disabilità e si rafforza l’interazione all’interno dei gruppi.

Infine “Vivere insieme”: il raggiungimento dell’obiettivo finale con la creazione di gruppi di persone che possono sperimentare periodi abitativi più stabili all’interno di una residenza. Questo modulo sarà attivato nel prossimo autunno con tre giovani che faranno vita comune in un appartamento di proprietà di uno di loro.

 


Campionato della Bistecca a Mercatale: edizione super DAL TERRITORIO

La regina della carne al centro di una delle più ghiotte competizioni chiantigiane. Grande successo, venerdì 19 e sabato 20 giugno, della kermesse che a Mercatale, in piazza Vittorio Veneto, ha richiamato centinaia di palati tra i più fini estimatori della fiorentina.

Un’accoglienza fatta rigorosamente a tavola con la partecipazione di numerosissimi cittadini e turisti che hanno aderito all’iniziativa da buongustai e concorrenti.

Al quarto campionato italiano della Bistecca, promosso dal Comune di San Casciano e dalla Pro Loco con il contributo di ChiantiBanca, ha vinto chi è riuscito a gustare la maggiore quantità di ciccia chiantigiana.

Si tratta di Maurizio detto “Fragolino” (in foto alla fine durante la sua “fatica”) che in breve tempo, circa un’ora, è riuscito ad ingerire 3,442 Kg di bistecca alla fiorentina. Ha spazzolato tutto nella serata di venerdì; e sabato 20 nessuno è riuscito a sopravanzarlo.

“Possiamo dire che quest’anno – commenta l’assessore all’associazionismo Roberto Ciappi – la manifestazione ha avuto un respiro internazionale con la partecipazione di 700 amanti della bistecca di cui molti stranieri, provenienti da più parti del mondo”.

“Francesi, tedeschi, olandesi, australiani – prosegue Ciappi – hanno apprezzato e degustato uno dei piatti principe della tradizione gastronomica toscana, inoltre, grazie al prezioso supporto dei tanti volontari ai quali va tutto il mio ringraziamento, ampio spazio è stato dato alle dimostrazioni di preparazione e cottura della carne, ringrazio anche i mastri braciaioli che hanno svelato l’arte e i segreti della cottura sulla griglia”.

Queste le tappe del percorso che hanno effettuato i concorrenti e chi aspirava a guadagnarsi il primo posto in classifica.

L’acquisto: le bistecche, di qualsiasi peso e quantità, sono state selezionate e comprate in autonomia presso le macellerie locali, Agresti, Tozzetti e Coop Mercatale.

La bilancia: è stato definito con esattezza il peso di ogni bistecca in gara attraverso antiche stadere, messe a disposizione dagli abitanti.

La cottura: i mastri braciaioli si sono occupati della preparazione e ne hanno svelato i segreti a centinaia di persone, cittadini e turistici, desiderosi di imparare l’arte della cottura alla griglia. La terza tappa è stata quella della grande abbuffata davanti alla regina di Firenze.

Alla realizzazione dell’iniziativa hanno collaborato le macellerie Coop, Agresti, Tozzetti, le aziende agricole del territorio, i negozi e le associazioni di Mercatale.


Con ChiantiBanca all’Expo di Milano: che successo! DAL TERRITORIO

Sempre tutto esaurito: le numerose “puntate” all’Expo di Milano organizzate da ChiantiBanca, con prezzi speciali per soci e clienti, hanno registrato in queste settimane sempre il tutto esaurito.

Un’organizzazione che ha previsto la possibilità di rimanere uno o due giorni a Milano, con il massimo della comodità e dell’accesso all’area espositiva.

Nelle foto, l’ultima delle visite, effettuata mercoledì 17 giugno, con una nuova “delegazione” portata all’Expo milanese da ChiantiBanca, per una giornata… indimenticabile.

 


Poggibonsi: la Notte Bianca… va a segno DAL TERRITORIO

Uno straordinario successo di pubblico per la Notte Bianca di Poggibonsi, organizzata dai commercianti dell’associazione Via Maestra – Centro Commerciale naturale con la collaborazione di ChiantiBanca.

Giovedì 18 giugno, dal tardo pomeriggio fino a notte inoltrata, le strade di Poggibonsi si sono animate di allegria, musica e dei tradizionali sapori dell’enogastronomia del territorio.  Negozi ed esercizi pubblici sono rimasti aperti fino a tardi allestendo spettacoli, defilé e aperitivi, tutto rigorosamente in “bianco”, come il tema della notte.

Da Piazza Rosselli a Piazza Cavour, da Piazza Savonarola a Via della Repubblica, il centro si animato di tante e diverse iniziative: musica dal vivo, danza, esibizioni di spada e giochi per i più piccoli in un giusto mix di allegria, divertimento e valorizzazione del territorio che hanno attratto centinaia di persone.

Un successo che si ripete nel tempo e che conferma la bontà di questa iniziativa, fortemente voluta e curata dai commercianti e sostenuta con convinzione da ChiantiBanca.


Campi Bisenzio: ChiantiBanca all’Albereta sotto le Stelle DAL TERRITORIO

Anche ChiantiBanca ha partecipato con grande entusiasmo, sia come sponsor che direttamente all’iniziativa, sabato 13 giugno all'”Albereta sotto le Stelle”, il grande evento a Campi Bisenzio, organizzato a sostegno della Pubblica Assistenza campigiana.

Un evento unico, lungo il fiume, iniziato nel pomeriggio con la merenda, e andato avanti fino alla scenografica cena sugli argini e poi a tarda notte con musica e fuochi d’artificio.

Patrocinato dal Comune di Campi Bisenzio, l’evento è stato organizzato da Giovediamoci, Pubblica Assistenza, Fratellanza Popolare di San Donnino, Sms Sant’Angelo, Associazione Mamme Amiche.

Migliaia di persone, tantissimi volontari per un’iniziativa che ha davvero coinvolto una larga parte della comunità campigiana.

IL VIDEO: “L’Albereta sotto le stelle” ripresa dal drone di Pietro Simeone



Page 18 of 19« First...10...1516171819